Ciudad Real - GuiasdeToledo
897
page,page-id-897,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,transparent_content,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

CIUDAD REAL

La provincia di Ciudad Real è molto di più di quanto si possa immaginare. Sarete stupiti da quei cieli infiniti della Mancia e dalla diversità dei nostri paesaggi: boschi mediterranei, paludi, vaste pianure e colture che vanno a formare mosaici colorati.
Venite a scoprire l’affascinante urbanistica dei suoi villaggi, i suoi edifici in stile classicista, i siti archeologici, i castelli ed i nostri percorsi cinema e letteratura. Potrete deliziarvi con la cucina della Mancia, che spazia dalla semplicità dei piatti dei contadini e dei pastori ai piatti delicati di selvaggina, sempre accompagnati da vini della Mancia.
Vi aiuteremo a progettare il vostro viaggio assecondando le vostre curiosità culturali, culinarie o legate alla natura.

Ecco alcuni suggerimenti:

VISITE GUIDATE

ciudad-real-ruta-del-quijote

Via di Don Chisciotte

Ti accompagneremo ad evocare le avventure narrate da Miguel de Cervantes nel Don Chisciotte, visitando gli stessi luoghi dove don Chisciotte aveva amato, sognato, combattuto e cavalcato in sella al suo Ronzinante.
Progettiamo il percorso migliore in base ai tuoi desideri e alle tue esigenze.
In Argamasilla de Alba la tradizione ha riconosciuto “il luogo della Mancia” dove Cervantes sognò l’avventura di Alonso Quijano. Da lì si recò a Puerto Lápice per tentare di farsi nominare cavaliere, a Campo de Criptana per poter vivere le sue avventure contro i giganti della Mancia, e più tardi nella cittadina di El Toboso in cerca dell’amore di Dulcinea.
Al Museo Hidalgo e al Museo di Don Chisciotte rievocheremo l’epoca dei cavalieri erranti.

ciudad-real-ruta-de-los-caballeros

Via dei Cavalieri

Gli ordini militari vennero creati nei secoli XII e XIII al fine di conquistare i territori sotto il dominio musulmano. La nostra provincia venne divisa tra l’Ordine di Calatrava, Santiago e San Juan.
Villanueva de los Infantes è uno dei nostri villaggi più belli, con un’architettura che ci riporterà al XVI-XVII sec. È un luogo letterario di enorme importanza, perché qui morì ed è sepolto il grande scrittore del Secolo D’Oro: Francisco de Quevedo.
Almagro fu la capitale dell’Ordine di Calatrava e nel 2016 è stato eletto uno dei “borghi più belli della Spagna“. Ebbe il suo massimo splendore nel XVI secolo con l’arrivo dei Fugger, banchieri di Carlos V, i quali contribuirono ad abbellire la città. Inoltre, Almagro è conosciuta come la città del teatro per eccellenza, perché vanta l’unico “cortile teatrale” comico del XVII secolo in Spagna ed il Museo Nazionale del Teatro.
Sacro Convento-Castello di Calatrava la Nueva. La grande fortezza dei cavalieri di Calatrava fu eretta nel XIII secolo per fungere da quartier generale dell’ordine. La sua chiesa, convento e triplice cinta muraria, a 900 metri d’altezza, costituscono una fortificazione unica da cui godere di un bellissimo panorama della Sierra Morena e dell’area vulcanica di Campo de Calatrava.

foto-4

Passeggiate nella natura

La nostra diversità naturalistica è rappresentata da due parchi nazionali e da due parchi naturali con più di 80 aree protette, tra le quali spiccano una riserva della biosfera, un sito naturale, e l’area vulcanica di Campo de Calatrava.
Il Parco Nazionale di Tablas de Daimiel, in piena pianura della Mancia, ha origine dallo straripamento dei fiumi Guadiana e Cigüela, e ospita una ricca avifauna e vegetazione autoctona.
Il Parco Naturale delle Lagune di Ruidera è una delle zone umide più significative di Castiglia-La Mancia. Questo spettacolare paesaggio è formato da una successione di 15 laghetti interconnessi attraverso cascate e ruscelli dai colori diversi.

ciudad-real-mucho-por-descubrir

E molto altro ancora da scoprire …

Abbiamo molto da offrire:

  • Miniere di mercurio di Almadén. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.
  • Palazzo di don Álvaro de Bazán. Palazzo rinascimentale con una spettacolare decorazione di affreschi per oltre 8.000 mq.
  • Abbinamento arena-eremo di Las Virtudes. È la piazza della più antica arena di Spagna.
  • Torre de Juan Abad. Casa-Museo de Quevedo. Organo storico.
  • San Carlos del Valle: Piazza barocca di grande bellezza.
  • Gastronomia attraverso le nostre denominazioni di origine: formaggio, vino, olio, zafferano, melanzane…..
  • Siti archeologici: Alarcos, Motilla del Azuer, Cerro de Las Cabezas.

Si continuas utilizando este sitio aceptas el uso de cookies. más información

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar